Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 

Oltre la chora. Scavo del centro indigeno ellenizzato di Jazzo Fornasiello (Gravina in Puglia, Bari)

Il progetto scientifico per il quale si richiedono anche quest’anno i fondi è lo scavo dell’abitato peuceta di Jazzo Fornasiello, situato al confine tra i territori di Gravina in Puglia e Poggiorsini (carta IGM F188, I NW; mappa catastale, foglio n. 17), ai piedi del costone murgiano, all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, dove i lavori di livellamento del suolo, effettuati per la costruzione di un capannone destinato a deposito di attrezzi agricoli, e le arature condotte in profondità con mezzi meccanici hanno portato all’individuazione di una vasta e importante area archeologica (circa 10 ettari). Si tratta di un sito occupato dall’ età arcaica (VI sec. a.C.) all’inizio del III sec. a.C. con tracce di precoce ellenizzazione e sporadiche presenze posteriori. Le ricognizioni preliminari e i saggi esplorativi condotti dalla Soprintendenza Archeologica della Puglia (2004-2008) avevano infatti identificato il circuito murario e, nel settore nord-orientale, un’imponente struttura (detta Casa dei dolii, per il rinvenimento di molti contenitori da derrate) che appariva articolata in più ambienti; vicino al capannone era stata inoltre individuata un’area di sepolture con defunto in posizione rannicchiata.

Responsabile/i:
  • marina CASTOLDI
Ente finanziatore:
UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO
Tipologia:
SCAVI - Scavi archeologici
Capofila:
UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO
Anno:
2017
Durata:
0
Stato:
CHIUSO
Torna ad inizio pagina